>attività>architettura>Bagni Martini

BAGNI MARTINI

Ubicazione: Lungomare Armando Diaz – Ceriale (SV)
Committente: Bagni Martini
Dimensioni: 126 mq – 2.650 mq area esterna
Data: 2004-2005
Gruppo di lavoro: Arch. Alessio Gotta - Arch. Monia Pecchio

Riorganizzazione funzionale dello stabilimento balneare, con realizzazione nuovo chiosco bar-ristorante.

La struttura verticale ècostituita da ritti in profilati d'acciaio HEB zincati a caldo . I ritti, dotati di piastra forata al piede, sono assicurati al suolo con perni filettati inghisati nel calcestruzzo di fondazione e serrati alla piastra con bulloni.

Gli orizzontamenti sono costituiti da travi HEB collegate ai ritti con bulloneria, portanti pannelli prefabbricati di lamiera a forte spessore, integrata nella parte superiore con materiale coibente.

I tamponamenti della porzione di "superficie produttiva chiusa" sono costituiti da doghe di lega di alluminio coibentato e preverniciato; all'interno sono posti in opera pannelli prefabbricati di calcestruzzo alleggerito con la superficie a vista rivestita con materiale colorato e lavabile, ove non rivestita con piastrelle di ceramica come nei servizi igienici, cucina e dispensa; nello spazio fra i due pannelli è posto materiale atto a garantire la coibenza termica, costituito da lastre di polistirene estruso a celle chiuse.

Le pareti divisorie interne sono realizzate in lastre di cartongesso sorrette da struttura in lamiera zincata opportunamente sagomata.

I serramenti esterni sonodi tipo scorrevole su guide superiori e inferiori, in lega d'alluminio anodizzato colore argento, con doppi pannelli di vetro accoppiato.

Il dehor scoperto di mq 23,20, posto a lato est in adiacenza al dehor coperto da tenda solare (superficie produttiva aperta), è realizzato con struttura prefabbricata smontabile e precisamente: piccoli plinti prefabbricati in calcestruzzo, formati a "setto" ed atti a sorreggere dei telai prefabbricati in acciaio zincato a caldo sui quali saranno assicurate tramite borchie e bulloni delle doghe in teak che costituiranno il piano di calpestio.

Il locale bar-ristorante è dotato di copertura piana praticabile, opportunamente impermeabilizzata, da adibire a solarium e giardino pensile. Il pavimento "galleggiante" è costituito da pannelli in listoni di teak.
La ringhiera è realizzata con montanti opportunamente sagomati in acciaio inox con superficie satinata, imbullonati alla struttura perimetrale del manufatto, con corrimano in legno di teak e sottostanti correnti in tondino di acciaio inox.
La terrazza è raggiungibile con scala elicoidale in acciaio inox.

Il piano interrato, è realizzato in c.a., con pavimentazione e pareti perimetrali opportunamente impermeabilizzate con materassini di cemento bentonitico ed additivi idrofughi in corso di getto. Il piano interrato è dotato di un vespaio areato alto 30 cm con sfiati sull’intercapedine per una superficie pari o superiore a 1/100 della superficie di calpestio. L’intercapedine, ispezionabile ed accessibile dall’esterno corre tutto attorno al piano interrato ed è dotata di due bocche di aerazione poste ai due estremi opposti per garantire un efficiente ricambio d’aria.